Serie A 2020-21, 7ª giornata / CAGLIARI-SAMPDORIA 2-0

Passo indietro

Come da tradizione, la trasferta di Cagliari resta un tabù per la Sampdoria: l’ultima vittoria da queste parti risale addirittura al 2008. Questa volta succede tutto nella ripresa, prima con il rigore trasformato da João Pedro, poi con l’azione personale di Nández: due reti che stendono una Sampdoria opaca e scesa in campo più con la voglia di controllare lo 0-0 che di aggredire la partita.

La gara si apre con la traversa sull’incornata di João Pedro dopo sei minuti: è un guizzo isolato, però, perché la partita procede senza grossi pericoli da entrambe le parti. L’episodio che cambia le sorti dell’incontro capita al 38′, quando Augello si lascia fuggire l’uruguaiano Nández, stendendolo mentre avanzava verso l’area. L’arbitro Ayroldi – figlio d’arte – prima sventola il giallo al terzino doriano, ma poi – richiamato al Var – lo converte in rosso, lasciando i liguri in dieci uomini.

Ranieri ridisegna la squadra, togliendo l’inguardabile Ramirez per inserire Damsgaard, e arretra Candreva – al ritorno tra i titolari – nella linea dei difensori. Di Francesco, invece, cambia all’intervallo per inserire Sottil per Marin e la sostituzione si rivelerà azzeccata, perché il sostituto sarà tra i più pimpanti della ripresa.

Neanche il tempo di ricominciare la gara, che il risultato si sblocca: Tonelli commette fallo su João Pedro e per Ayroldi è rigore (per Ranieri, permangono i dubbi; commentando gli episodi chiave del match dirà ai microfoni: «Nulla da dire sul rosso ad Augello, ma il rigore è stato generoso»). Dal dischetto va il brasiliano: Audero intuisce ma non riesce a respingere.

Cagliari avanti e Sampdoria in tilt. Ounas, servito da Sottil, si divora il raddoppio. Poi lo stesso Sottil impegna Audero, chiamandolo alla gran parata e sparando poi sul fondo la ribattuta, con una mezza rovesciata.

Il 2-0 è nell’aria e arriva al 24′, quando Nández corona la sua super partita con una bella azione personale: su palla di Simeone, l’ex Boca Juniors evita Candreva e fredda Audero con il sinistro.

La partita non ha più nulla da dire, i padroni di casa troverebbero anche il 3-0 con Sottil, servito da Ounas: il Var però svela il fuorigioco dello stesso Ounas.

Di Francesco si “vendica” con Ranieri, che lo ha sostituito nelle sue ultime due esperienze, prima alla Roma e poi alla Samp, prendendosi l’intera posta e agguantando i blucerchiati a quota dieci punti. Per il Doria, un passo indietro rispetto alle ultime uscite. Pessimi in particolare Augello (ahilui decisivo con l’ingenuità costatagli il rosso), Tonelli (il rosso di Augello nasce da un suo alleggerimento non impeccabile e poi causa il rigore) e Ramírez, ma è stata comunque una giornata no per tutti, da Bereszyński (molti svarioni difensivi) a Quagliarella (mai pericoloso). Il Cagliari è stato bravo a sfruttare gli episodi: i due marcatori sono stati un costante pericolo per la retroguardia di Ranieri e si prendono i voti più alti, ma anche Ounas e Sottil sono stati molto insidiosi, mentre la difesa ha permesso a Cragno di passare un pomeriggio tranquillo.

Ora arriva la pausa e alla ripresa la Samp ospiterà il Bologna: servirà una prestazione diversa da questa.

IL TABELLINO

Cagliari (Sardegna Arena), 7 novembre 2020, ore 15
CAGLIARI-SAMPDORIA 2-0
3′ st rig. João Pedro, 24′ st Nández.
CAGLIARI (4-2-3-1):
Cragno; Zappa (46′ st Pisacane), Walukiewicz, Godín, Lykogiannīs; Nández (46′ st Caligara), Marin (1′ st Sottil); Ounas (46′ st Tramoni), João Pedro, Rog; Simeone (41′ st Pavoletti). In panchina: Aresti, Vicario, Tripaldelli, Klavan, Pereiro, Oliva, Cerri. Allenatore: Di Francesco.
SAMPDORIA (4-4-2):
Audero; Bereszyński, Yoshida, Tonelli, Augello; Candreva (36′ st Verre), Thorsby, Ekdal (32′ st Silva), Jankto (32′ st Léris); Quagliarella (32′ st La Gumina), Ramírez (43′ pt Damsgaard). In panchina: Ravaglia, Letica, Colley, Askildsen, Regini, Ferrari, Prelec. Allenatore: Ranieri.
ARBITRO: Ayroldi di Molfetta.
NOTE: espulso Augello al 40′ st per fallo da ultimo uomo; ammoniti Tonelli e Adrien Silva; recupero: 3′ pt, 5′ st; ingresso ridotto a 1000 persone per l’emergenza Coronavirus.
DIVISE: Cagliari in maglia rossoblù, pantaloncini blu e calzettoni blu; Sampdoria in maglia bianca, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi.

LA GIORNATA

I risultati:
venerdì 6 novembre, ore 20.45: Sassuolo-Udinese 0-0; sabato 7 novembre, ore 15: Cagliari-Sampdoria 3-0; ore 18: Benevento-Spezia 0-3; ore 20.45: Parma-Fiorentina 0-0; domenica 8 novembre, ore 12.30: Lazio-Juventus 1-1; ore 15: Atalanta-Inter 1-1, Genoa-Roma 1-3, Torino-Crotone 0-0; ore 18: Bologna-Napoli 0-1; ore 20.45: Milan-Verona 2-2.
Recupero 3a giornata: mercoledì 4 novembre, ore 17: Genoa-Torino 1-2.

La classifica:
Milan 17; Sassuolo 15; Napoli* e Roma 14; Juventus e Atalanta 13; Inter e Verona 12; Lazio 11; Sampdoria e Cagliari 10; Fiorentina e Spezia 8; Bologna, Parma e Benevento 6; Torino e Genoa 5; Udinese 4; Crotone 2.
*Il Napoli ha un punto di penalizzazione.

 LE FOTO