Serie A 2021-22, 37ª giornata / SAMPDORIA-FIORENTINA 4-1


Passerella dopo la salvezza

Sampdoria-Fiorentina avrebbe dovuto essere la gara della verità. Invece i risultati della vigilia l’hanno trasformata in una festosa gara di fine stagione: le sconfitte di Genoa e Cagliari giunte alla vigilia, infatti, avevano già regalato la salvezza aritmetica ai ragazzi di Giampaolo. Tra sfottò al Genoa, tornato in B dopo quindici anni, e gli applausi alle leggende del ’91 che hanno sfilato prima del via, è stato un pomeriggio godibile, quello del Ferraris, nonostane l’assurdo orario della gara, messa in programma di lunedì pomeriggio.

I novanta minuti di Marassi regalano una gioia finale ai tifosi blucerchiati: il Doria, infatti, domina in lungo e in largo e si aggiudica per 4-1 la sfida contro una Fiorentina in corsa per l’Europa ma scesa in campo senza mordente e con la testa scarica. Insomma, tra le due squadre, quella che sembrava doversi giocare qualcosa, sembrava proprio la Samp. Che ha affrontato la partita nel modo giusto, vincendo tutti i duelli e seminando scompiglio ad ogni attacco.

Le reti portano i nomi di Ferrari (primo gol stagionale), Quagliarella, Thorsby e Sabiri, prima del rigore finale segnato da González, per il classico gol della bandiera.

Sugli scudi Candreva e Sabiri, due spine nel fianco per l’undici di Italiano. E non è un caso che le due reti che fissano il 2-0 del primo tempo, provengano dai loro assist. Candreva, su punizione dalla destra, serve Ferrari, che di testa apre le marcature; Sabiri assiste Quagliarella, che si inventa un gol dei suoi: taglio e colpo sotto che batte Terracciano. Una prodezza del capitano, che a fine gara ha dichiarato che giocherà ancora un anno.

Stesso copione nella ripresa, con il Doria che pesca il 3-0 con Thorsby, che sfrutta un altro assist di Candreva, lanciato a sua volta dall’ispirato Sabiri. E il poker porta proprio la firma del tedesco, che batte il portiere dal limite, capitalizzando l’assist di Caputo, entrato in campo al posto di Quagliarella.

Sorrisi e abbracci, prima della passerella finale per il terzo portiere Ravaglia, che viene mandato in campo al posto di Audero. Giusto il tempo per una bella parata sul tiro da fuori di Saponara e per ritrovarsi a tu per tu dagli undici metri con González (tocco di mano di Trimboli, anche lui appena entrato, inizialmente non visto da Mariani ma scorto dal Var): l’argentino spiazza il numero 30 blucerchiato, ma non può certo riaprire la partita.

Siamo ormai ai titoli di coda di una stagione travagliata, ma fortunatamente conclusasi col lieto fine, anche se più per demeriti altrui che per meriti propri, vista la miseria di 36 punti. Ora c’è la trasferta di San Siro – dove mancherà Colley, fattosi stupidamente espellere nei minuti di recupero contro i gigliati (eccessive proteste con l’arbitro dopo un fallo su Sabiri) – poi calerà il sipario sul campionato e si inizierà a programmare il futuro, tra vendita della società e campagna di rafforzamento. Intanto, però, si tira un sospiro di sollievo: la Sampdoria 2022-23 disputerà la massima serie.

 IL TABELLINO

Serie A 2021-22, 37ª giornata
Genova (stadio Luigi Ferraris), lunedì 16 maggio 2022, ore 18.30
SAMPDORIA-FIORENTINA 4-1 PT: 2-0
16′ pt Ferrari, 30′ pt Quagliarella; 26′ st Thorsby, 38′ st Sabiri, 44′ st rig. González
SAMPDORIA (4-5-1) FIORENTINA (4-3-3)
1 Emil AUDERO ◀ 41′ st 1 Pietro TERRACCIANO  
24 Bartosz BERESZYŃSKI   23 Lorenzo VENUTI ◀ 29′ st
25 Alex FERRARI   4 Nikola MILENKOVIĆ  
15 Omar COLLEY   98 IGOR  
3 Tommaso AUGELLO   3 Cristiano BIRAGHI (c)  
87 Antonio CANDREVA ◀ 37′ st 5 Giacomo BONAVENTURA  
88 Tomás RINCÓN   18 Lucas TORREIRA ◀◀ 29′ st
14 Ronaldo VIEIRA ◀◀ 41′ st 32 Alfred DUNCAN ◀ 1′ st
2 Morten THORSBY   11 Jonathan IKONÉ ◀ 21′ st
11 Abdelhamid SABIRI   9 Arthur CABRAL ◀◀ 21′ st
27 Fabio QUAGLIARELLA (c) ◀ 20′ st 22 Nicolás GONZÁLEZ  
In panchina: In panchina:
30 Nicola RAVAGLIA ▶ 41′ st 25 Antonio ROSATI  
33 Wladimiro FALCONE   69 Bartłomiej DRĄGOWSKI  
6 Albin EKDAL   2 Lucas MARTÍNEZ QUARTA  
10 Francesco CAPUTO ▶ 20′ st 7 José María CALLEJÓN ▶ 21′ st
16 Kristoffer ASKILDSEN   8 Riccardo SAPONARA ▶▶ 29′ st
21 Sebastian GIOVINCO   14 Youssef MALEH ▶ 1′ st
22 Maya YOSHIDA   17 Aleksa TERZIĆ ▶ 29′ st
26 Giangiacomo MAGNANI   19 Krzysztof PIĄTEK ▶▶ 21′ st
29 Nicola MURRU   29 Álvaro ODRIOZOLA  
38 Mikkel DAMSGAARD ▶ 37′ st 55 Matija NASTASIĆ  
40 Marco SOMMA   67 Louis MUNTEANU  
70 Simone TRIMBOLI ▶▶ 41′ st 91 Aleksandr KOKORIN  
ALL. Marco GIAMPAOLO ALL. Vincenzo ITALIANO
ARBITRO: Maurizio MARIANI di Aprilia
NOTE: espulso Colley al 49′ st per comportamento non regolare; ammoniti Torreira, González, Vieira, Maleh, Trimboli e Colley; recupero: 2′ pt, 5′ st
DIVISE: Sampdoria in maglia blu, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi; Fiorentina in maglia rossa, pantaloncini rossi e calzettoni rossi

LA GIORNATA

I risultati:
sabato 14 maggio, ore 15: Empoli-Salernitana 1-1; ore 18: Verona-Torino 0-1, Udinese-Spezia 2-3; ore 20.45: Roma-Venezia 1-1; domenica 15 maggio, ore 12.30: Bologna-Sassuolo 1-3; ore 15: Napoli-Genoa 3-0; ore 18: Milan-Atalanta 2-0; ore 20.45: Cagliari-Inter 1-3; lunedì 16 maggio, ore 18.30: Sampdoria-Fiorentina 4-1; ore 20.45: Juventus-Lazio 2-2.

La classifica:
Milan 83; Inter 81; Napoli 76; Juventus 70; Lazio 63; Roma 60; Fiorentina e Atalanta 59; Verona 52; Torino e Sassuolo 50; Udinese 44; Bologna 43; Empoli 38; Sampdoria e Spezia 36; Salernitana 31; Cagliari 29; Genoa 28; Venezia 26.
Genoa e Venezia sono matematicamente retrocesse in Serie B.

LE FOTO