Serie A 2022-23, 1ª giornata / SAMPDORIA-ATALANTA 0-2

Ancora una sconfitta al debutto

Per il quinto anno di fila la Samp comincia il suo campionato con un ko: a Genova fa festa l’Atalanta grazie ai gol, uno per tempo, di Tolói e Lookman. Sconfitta immeritata per i blucerchiati, a cui non sono girati gli episodi della partita, dal gol annullato a Caputo nel primo tempo ai legni colpiti da Sabiri (palo su punizione) e Quagliarella (tiro sulla traversa) nella ripresa.

L’inizio della partita è vibrante: dopo una trentina di secondi Léris si divora il gol del vantaggio, venendo murato sul più bello da Mæhle. Ferrari si guadagna un giallo dopo neanche un minuto di gara, mentre Zapata al 5′ calcia sopra la traversa. Insomma, si fa subito sul serio. E al 14′, il Doria troverebbe il gol: cambio di gioco di Sabiri, palla aggiustata da Léris, assist per Caputo e rete di quest’ultimo; Dionisi, però, viene richiamato da Pairetto al Var e torna sui suoi passi annullando il gol, per via di un cervellotico fallo di Léris su Mæhle. L’episodio farà infuriare Giampaolo, che negli spogliatoi tuonerà dicendo: «È una sconfitta che sanguina e annullare quel gol è stata una follia».

L’Atalanta prende forza e al 22′ Mæhle colpisce un palo incredibile da dentro l’area piccola, vanificando il bel cross di Hateboer. È però il preludio del gol, che arriva quattro minuti dopo. Zapata elude l’intervento di Ferrari, crossa sul secondo palo, dove Pašalić fa la sponda di testa per capitan Tolói, che arriva prima di tutti, insaccando da due passi.

Nella ripresa, il Doria va insistentemente alla caccia del pareggio. Giampaolo inserisce tutti insieme Depaoli, Verre e De Luca per avere forze fresche. Proprio De Luca si procura al 69′ una punizione dal limite dell’area: è Sabiri a calciarla, trovando però il palo alla sinistra di Musso. Poco dopo entra anche Quagliarella e il veterano della Samp si dimostra pimpante, andando due volte vicino al gol: prima con una conclusione al volo (su cross di Depaoli) che si spegne sul fondo per pochi centimetri; e poi con un destro a giro che batte sulla traversa.

Nel nervoso finale, nel quale fioccano i cartellini gialli (sei negli ultimi dieci minuti), l’Atalanta ne approfitta per pungere in contropiede: all’88’ il neoentrato Lookman si vede annullare un gol per fuorigioco. La gioia del primo gol in A, però, è solo rimandata di pochi minuti. A tempo scaduto, in un’altra ripartenza orobica, viene servito da Malinovs’kyj, manda al bar Colley e segna la rete dello 0-2, prendendosi l’abbraccio dei compagni dei 1800 tifosi ospiti venuti da Bergamo.

La Samp mastica amaro: per quanto visto in campo questa prima giornata avrebbe potuto avere un altro sapore. Positive le prove di Léris (spesso nel vivo del gioco), Vieira (buona prova in fase di recupero palla) e Sabiri (sempre più nel fulcro delle azioni). Male invece la difesa: Ferrari è stato tutt’altro che impeccabile sul primo gol, Colley sul secondo. Ancora indietro fisicamente l’ultimo arrivato Filip Đuričić, schierato largo a sinistra nel 4-1-4-1 (modulo usato per tutto il precampionato): la Samp, in realtà, ha giocato meglio col cambio modulo della ripresa, col passaggio al 4-3-1-2: anzi, con le partenze di Damsgaard e Candreva, è probabile che questo tornerà ad essere il modulo di partenza. Anche perché Caputo, gol annullato a parte, è troppo isolato davanti e gioverebbe di un partner d’attacco. Contro l’Atalanta, Quagliarella ha dimostrato di essere utile per i finali di gara, mentre De Luca non ha convinto tanto. E in attesa del recupero di Gabbiadini, è andato a fare la punta nei minuti di recupero, nel disperato forcing finale, Jeison Murillo, anche per cercare di sfruttare qualche centimetro d’altezza.

Per quanto riguarda l’Atalanta, la vittoria è un toccasana per un ambiente che arrivava un po’ tormentato a questa partita (Éderson, Zappacosta e Demiral infortunati, Palomino e Freuler squalificati): poco incisivo Muriel, le cose migliori – oltre ai due marcatori – le hanno offerte Zapata in attacco (sempre pericoloso e dominante dal punto di vista fisico) e gli esterni Hateboer e Mæhle, anche se su quest’ultimo pesa quel palo preso da una posizione in cui era più facile segnare che sbagliare.

L’Atalanta, forte di questi tre punti, può preparare con più serenità la prossima gara, che la vedrà contrapposta al Milan. La Samp deve tenersi la prestazione e convertire in forza la rabbia per l’esito di questa partita: ancora impegnata a Marassi (la Cremonese ha chiesto di partire con due trasferte quindi a qualcuno toccava un doppio impegno casalingo ed è capitato ai doriani), la seconda giornata la metterà di fronte alla Juventus.

 IL TABELLINO

Serie A 2022-23, 1ª giornata
Genova (stadio Luigi Ferraris), sabato 13 agosto 2022, ore 18.30
SAMPDORIA-ATALANTA 0-2 PT: 0-1
26′ pt Tolói; 50′ st Lookman
SAMPDORIA (4-1-4-1) ATALANTA (3-4-1-2)
1 Emil AUDERO 1 Juan MUSSO
24 Bartosz BERESZYŃSKI (c) ◀ 13′ st 2 Rafael TOLÓI (c) ◀ 27′ st
25 Alex FERRARI 5 Caleb OKOLI  
15 Omar COLLEY   19 Marten DE ROON
3 Tommaso AUGELLO   33 Hans HATEBOER  
14 Ronaldo VIEIRA   15 Marten DE ROON  
37 Mehdi LÉRIS ◀ 30′ st 7 Teun KOOPMEINERS  
8 Tomás RINCÓN   3 Joakim MÆHLE ◀◀ 27′ st
11 Abdelhamid SABIRI   88 Mario PAŠALIĆ ◀ 39′ st
7 Filip ĐURIČIĆ ◀◀ 13′ st 9 Luis MURIEL ◀ 18′ st
10 Francesco CAPUTO ◀◀◀ 13′ st 91 Duván ZAPATA  
In panchina: In panchina:
30 Nicola RAVAGLIA   31 Francesco ROSSI  
4 Gonzalo VILLAR   57 Marco SPORTIELLO  
5 Valerio VERRE ▶▶ 13′ st 10 Jérémie BOGA  
9 Manuel DE LUCA ▶▶▶ 13′ st 11 Ademola LOOKMAN ▶ 18′ st
12 Fabio DEPAOLI ▶ 13′ st 18 Ruslan MALINOVS’KYJ ▶ 39′ st
21 Jeison MURILLO ▶ 47′ st 21 Nadir ZORTEA ▶▶ 27′ st
23 Manolo GABBIADINI   22 Matteo RUGGERI  
27 Fabio QUAGLIARELLA ▶ 30′ st 42 Giorgio SCALVINI ▶ 27′ st
28 Gerard YEPES        
29 Nicola MURRU        
31 Lorenzo MALAGRIDA        
ALL. Marco GIAMPAOLO ALL. Gian Piero GASPERINI
ARBITRO: Federico DIONISI de L’Aquila
NOTE: ammoniti Ferrari, Okoli, Pašalić, Verre, Quagliarella, Musso, Sabiri, De Roon, Zortea e Hateboer; recupero: 2′ pt, 7′ st
DIVISE: Sampdoria in maglia blu, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi; Atalanta in maglia bianca, pantaloncini neri e calzettoni neri

LA GIORNATA

I risultati:
sabato 13 agosto, ore 18.30: Milan-Udinese 4-2; Sampdoria-Atalanta 0-2; ore 20.45: Lecce-Inter 1-2, Monza-Torino 1-2; domenica 14 agosto, ore 18.30: Fiorentina-Cremonese 3-2, Lazio-Bologna 2-1; ore 20.45: Salernitana-Roma 0-1, Spezia-Empoli 1-0; lunedì 15 agosto, ore 18.30: Verona-Napoli 2-5; ore 20.45: Juventus-Sassuolo 3-0.

La classifica:
Napoli, Juventus, Milan, Atalanta, Fiorentina, Inter, Lazio, Torino, Roma e Spezia 3; Cremonese, Bologna, Lecce, Monza, Empoli, Salernitana, Udinese, Sampdoria, Verona e Sassuolo 0.

LE FOTO