Coppa Italia 2022-23, ottavi di finale / FIORENTINA-SAMPDORIA 1-0

Fine corsa

Un lampo di Barák a metà primo tempo ha regalato i quarti di finale della Coppa Italia alla Fiorentina. Ancora una volta – è il dodicesimo anno di fila – la Samp non è riuscita a superare l’ostacolo ottavi.

Gara decisamente poco spettacolare, quella andata in scena al Franchi: i padroni di casa, a metà classifica in campionato, hanno potuto prepararla al meglio e Italiano se l’è giocata con quasi tutti i titolari; gli ospiti, invece, sono scesi in campo con qualche giovane (Paoletti e Montevago dall’inizio, Malagrida e Yepes a gara in corso) e diverse seconde linee. Il messaggio di Stanković è stato dunque chiaro: testa soprattutto alla delicata trasferta di Empoli di lunedì sera.

Ne è venuta fuori una gara noiosa, dai ritmi bassi e dai contenuti poveri. Una volta in vantaggio, infatti, la Fiorentina ha controllato agevolmente e la Samp – costante di tutta la stagione – là davanti non è riuscita a pungere, né con Montevago nel primo tempo, né con Lammers nel secondo. Con Gabbiadini lasciato a casa per precauzione, i liguri sono arrivati in Toscana con più portieri (3) che attaccanti (2). Sin troppo evidente che al mercato si debba richiedere un’altra punta, perché la squadra ancora una volta ha faticato a produrre occasioni.

I viola hanno combinato poco, ma quel poco è bastato per raggiungere ai quarti il sorprendente Torino, che alla vigilia della partita aveva clamorosamente estromesso il Milan, aprendo un lato di tabellone dalle potenziali sorprese. Una volta trovato il gol (bella girata di Antonín Barák su uno spiovente caduto a centro area dopo un rimpallo sul traversone da sinistra di Terzić), l’undici di Italiano ha sfiorato diverse volte il bis: al 36′ con un colpo di testa alto di Kouamé; al 38′ con la rete annullata a Jović per fuorigioco (rimane qualche dubbio, visto che l’ultimo tocco è stato del doriano Murillo: evidentemente arbitro e Var non hanno considerato una “giocata” quella del colombiano) e al 45′ con un tiro a colpo sicuro – ancora di Jović, praticamente dal limite dell’area piccola – terminato sul fondo.

Un po’ meglio è andato il Doria – nel frattempo passato alla difesa a tre – nel secondo tempo, ma il pomeriggio di Gollini è rimasto comunque abbastanza tranquillo. Contando tutta la partita, per il portiere viola, gli unici brividi sono stati un colpo di testa di Rincón al 20′ del primo tempo (palla che ha battuto sulla parte alta della traversa) e un retropassaggio col brivido di Amrabat a metà ripresa in un momento in cui l’area di rigore era abbastanza trafficata.

La seconda frazione di gara è arrivata stancamente alla conclusione tra tante sostituzioni, una delle quali per Martínez Quarta infortunatosi al ginocchio, e con il cartellino rosso sventolato nel recupero a Murillo (fallo su Nico González su un contropiede dei gigliati). Di occasioni nitide, nemmeno l’ombra.

Nel torpore generale si sono distinti Kouamé (ha vinto lui il duello sulla fascia con Zanoli; bravo Contini a dirgli di no al primo minuto della ripresa), Duncan e il match-winner Barák. Nella Sampdoria, male Montevago (non si è mai visto), Verre (forse in partenza: per lui si parla del Palermo), Murillo (oltre al cartellino rosso ci sono stati diversi tocchi sballati) e Zanoli (troppo timido). Sufficienza piena per il ritrovato Colley, per il baby Paoletti e per Augello. Comunque troppo poco per impensierire i viola, la cui avventura nel secondo trofeo nazionale può proseguire, per la gioia dei tifosi e del presidente Commisso in tribuna.

IL TABELLINO

Coppa Italia 2022-23, ottavi di finale
Firenze (stadio Artemio Franchi), giovedì 12 gennaio 2023, ore 18
FIORENTINA-SAMPDORIA 1-0 PT: 1-0
25′ pt Barák
FIORENTINA (4-2-3-1) SAMPDORIA (4-2-3-1)
95 Pieluigi GOLLINI 22 Nikita CONTINI
2 DODÔ   59 Alessandro ZANOLI ◀ 19′ st
28 Lucas MARTÍNEZ QUARTA (c) ◀ 26′ st 21 Jeison MURILLO  
16 Luca RANIERI   15 Omar COLLEY (c)  
15 Aleksa TERZIĆ ◀ 38′ st 2 Bruno AMIONE  
34 Sofyan AMRABAT ◀ 32′ st 36 Flavio PAOLETTI ◀◀ 19′ st
32 Alfred DUNCAN   8 Tomás RINCÓN  
11 Jonathan IKONÉ   7 Filip ĐURIČIĆ  
72 Antonín BARÁK ◀◀ 38′ st 5 Valerio VERRE ◀ 1′ st
99 Christian KOUAMÉ   11 Abdelhamid SABIRI ◀ 32′ st
7 Luka JOVIĆ ◀◀ 26′ st 34 Daniele MONTEVAGO ◀◀ 1′ st
In panchina: In panchina:
31 Michele CEROFOLINI   1 Emil AUDERO  
50 Tommaso MARTINELLI   30 Nicola RAVAGLIA  
3 Cristiano BIRAGHI ▶ 38′ st 3 Tommaso AUGELLO ▶ 1′ st
4 Nikola MILENKOVIĆ ▶ 26′ st 10 Sam LAMMERS ▶▶ 1′ st
5 Giacomo BONAVENTURA ▶ 32′ st 14 Ronaldo VIEIRA  
10 Gaetano CASTROVILLI ▶▶ 38′ st 17 Bram NUYTINCK  
22 Nicolás GONZÁLEZ ▶▶ 26′ st 20 Harry WINKS  
23 Lorenzo VENUTI   28 Gerard YEPES ▶▶ 19′ st
41 Lorenzo AMATUCCI   31 Lorenzo MALAGRIDA ▶ 32′ st
42 Alessandro BIANCO   37 Mehdi LÉRIS ▶ 19′ st
43 Filippo DISTEFANO        
48 Michael KAYODE        
98 IGOR        
ALL. Vincenzo ITALIANO ALL. Dejan STANKOVIĆ
ARBITRO: Daniele PATERNA di Teramo
NOTE: espulso al 48′ st Murillo per doppia ammonizione; ammoniti Sabiri, Amrabat, Murillo, Rincón e Contini; recupero: 2′ pt, 6′ st; prima della partita è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare l’ex calciatore della Sampdoria Gaudenzio Bernasconi, scomparso il 10 gennaio
DIVISE: Fiorentina in maglia viola, pantaloncini bianchi e calzettoni viola; Sampdoria in maglia gialla, pantaloncini blu notte e calzettoni blu notte

IL TURNO
martedì 10 gennaio, ore 21: Inter-Parma 1-1, 2-1 dts; mercoledì 11 gennaio, ore 21: Milan-Torino 0-0, 0-1 dts; giovedì 12 gennaio, ore 18: Fiorentina-Sampdoria 1-0; ore 21: Roma-Genoa 1-0; martedì 17 gennaio, ore 21: Napoli-Cremonese 2-2, 4-5 dcr; giovedì 19 gennaio, ore 15: Atalanta-Spezia 5-2; ore 18: Lazio-Bologna 1-0; ore 21: Juventus-Monza 2-1.

LE FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *