Serie A 2021-22, 8ª giornata / CAGLIARI-SAMPDORIA 3-1


La solita trasferta cagliaritana…

Come da tradizione, la Sampdoria torna da Cagliari con una sconfitta. La trasferta nel capoluogo sardo negli ultimi anni è sempre stata avara di soddisfazioni (una sola volta, nel XXI secolo i blucerchiati sono tornati con i tre punti) e non ha fatto eccezione questa volta. La formazione rossoblù in un colpo solo centra la prima vittoria del suo campionato, abbandona l’ultimo posto in classifica e aggancia a quota sei punti proprio la Samp, in crisi di risultati (un solo punto nelle ultime quattro gare).

Grande protagonista della giornata è stato il brasiliano João Pedro, autore di una doppietta: suoi il gol dell’1-0 dopo pochi minuti (colpo di testa a porta vuota su bell’assist dell’ex Keita Baldé: segnatura inizialmente annullata per off-side e poi accordata dopo il controllo del Var) e del 3-1 in pieno recupero (rapido contropiede partito da un lancio lungo di Cragno e proseguito con una spizzata di Pavoletti e con l’assist di Nández). Nel mezzo, tra le due reti, il raddoppio di Cáceres (e pensare che aveva un forte jet-lag, avendo giocato con l’Uruguay nella notte tra giovedì e venerdì) con un destro sparato dal cerchio dell’area di rigore sugli sviluppi di una punizione (deviazione di Thorsby) e la rete ligure con il colpo di testa dello stesso Thorsby, bravo a farsi pescare da Caputo nel cuore dell’area.

Gara da dimenticare per i ragazzi di D’Aversa, che ancora una volta, hanno mostrato vizi già visti. Anche a Cagliari, infatti, la Samp ha preso gol nel primo scorcio di gara, dovendo confrontarsi sin da subito con un match in salita. E nei meccanisimi difensivi si sono viste troppe incertezze (Yoshida che tiene in gioco Keita sul primo gol, Murru che pasticcia sulla rete del 3-1, Bereszyński e Augello troppo timidi in spinta e imprecisi anche dietro). Il peggiore in campo, però, è Candreva, proprio l’uomo che nelle precedenti uscite era stato l’arma in più: l’ex interista (che comunque è stato l’autore dell’azione più pericolosa della Samp, gol di Thorsby a parte: il destro a giro che si è stampato sul palo al 13′) è stato responsabile sul primo gol per colpa di un tremendo pallone perso con un cambio di campo in orizzontale nella sua trequarti, prontamente intercettato da Nández. Ma non si sono visti praticamente mai anche Askildsen (titolare al posto di Damsgaard, infortunatosi con la Danimarca), Gabbiadini (al rientro dopo l’infortunio) e Quagliarella (che almeno ci ha provato un po’ di più: sfortunato sul gol di Cáceres, servito di fatto da un suo colpo di testa nel tentativo di liberare l’area). Meglio ha fatto, là davanti, Ciccio Caputo: suo l’assist per la rete di Thorsby e sua è l’azione dubbia negli ultimi minuti (sull’1-2), quando, a tu per tu con Cragno, è caduto in area dopo una trattenuta di Ceppitelli, non considerata fallosa dall’arbitro Marchetti, alla terza gara diretta in Serie A.
Prestazione da applausi, oltre per l’indiavolato João Pedro, già giunto a quota sei reti, per i due uruguagi Cáceres e Nández (anche lui di ritorno dalla tarda gara con la nazionale) e per Keita Baldé, una costante spina nel fianco dei suoi vecchi compagni.

Mazzarri, visibilmente teso in panchina dopo i deludenti risultati delle prime gare, può sorridere per la prima vittoria trovata. D’Aversa, espulso nel finale per proteste sul menzionato contatto Ceppitelli-Caputo, dovrà lavorare in settimana per capire come far rialzare la testa ai suoi ragazzi: la gara con lo Spezia potrebbe essere decisiva anche per la sua panchina.

IL TABELLINO

Serie A 2021-22, 8ª giornata
Cagliari (stadio Unipol Domus), domenica 17 ottobre 2021, ore 12.30
CAGLIARI-SAMPDORIA 3-1 PT: 1-0
4′ pt João Pedro; 29′ st Cáceres, 37′ st Thorsby, 49′ st João Pedro
 
CAGLIARI (4-4-2) SAMPDORIA (4-4-1-1)
28 Alessio CRAGNO   1 Emil AUDERO  
4 Martín CÁCERES   24 Bartosz BERESZYŃSKI ◀ 42′ st
2 Diego GODÍN ◀ 13′ st 22 Maya YOSHIDA  
44 Andrea CARBONI   15 Omar COLLEY  
22 Charalampos LYKOGIANNĪS   3 Tommaso AUGELLO ◀ 19′ st
18 Nahitan NÁNDEZ   87 Antonio CANDREVA  
8 Răzvan MARIN   2 Morten THORSBY  
16 Kevin STROOTMAN   5 ADRIEN SILVA  
29 DALBERT ◀ 11′ pt 16 Kristoffer ASKILDSEN ◀◀ 19′ st
9 KEITA BALDÉ ◀ 42′ st 23 Manolo GABBIADINI ◀ 8′ st
10 JOÃO PEDRO (c)   27 Fabio QUAGLIARELLA (c)  
 
In panchina: In panchina:
1 Simone ARESTI   33 Wladimiro FALCONE  
31 Boris RADUNOVIĆ   4 Julian CHABOT  
12 Raoul BELLANOVA   6 Albin EKDAL  
14 Alessandro DEIOLA ▶ 11′ pt 8 Valerio VERRE ▶▶ 19′ st
15 Giorgio ALTARE   10 Francesco CAPUTO ▶ 8′ st
17 Diego FARIAS   11 Riccardo CIERVO  
20 Gastón PEREIRO   12 Fabio DEPAOLI ▶ 42′ st
21 Christian OLIVA   19 Radu DRĂGUȘIN  
23 Luca CEPPITELLI ▶ 13′ st 25 Alex FERRARI  
25 Gabriele ZAPPA   28 Gerard YEPES  
27 Alberto GRASSI   29 Nicola MURRU ▶ 19′ st
30 Leonardo PAVOLETTI ▶ 42′ st 70 Simone TRIMBOLI  
 
ALL. Walter MAZZARRI ALL. Roberto D’AVERSA
 
ARBITRO: Matteo MARCHETTI di Ostia Lido
NOTE: espulso D’Aversa al 47′ st per proteste; ammoniti Carboni, Thorsby, Deiola, Yoshida, Strootman e Pavoletti; recupero: 3′ pt, 5′ st; gara giocata con il 75% di capienza per l’emergenza Coronavirus
DIVISE: Cagliari in maglia a quarti rossoblù, pantaloncini blu e calzettoni blu; Sampdoria in maglia bianca, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi

LA GIORNATA

I risultati:
sabato 16 ottobre, ore 15: Spezia-Salernitana 2-1; ore 18: Lazio-Inter 3-1; ore 20.45: Milan-Verona 3-2; domenica 17 ottobre, ore 12.30: Cagliari-Sampdoria 3-1; ore 15: Empoli-Atalanta 1-4, Genoa-Sassuolo 2-2, Udinese-Bologna 1-1; ore 18: Napoli-Torino 1-0; ore 20.45: Juventus-Roma 1-0; lunedì 18 ottobre, ore 20.45: Venezia-Fiorentina 1-0.

La classifica:
Napoli 24; Milan 22; Inter 17; Roma 15; Lazio, Atalanta e Juventus 14; Bologna e Fiorentina 12; Udinese ed Empoli 9; Torino, Verona, Sassuolo e Venezia 8; Spezia 7; Sampdoria, Genoa e Cagliari 6; Salernitana 4.

LE FOTO