Serie A 2021-22, 5ª giornata / SAMPDORIA-NAPOLI 0-4

Disfatta

Classica passeggiata del Napoli a Marassi: Osimhen (doppietta), Fabián Ruiz e Zieliński abbattono il Doria e issano i partenopei al comando della classifica. Brusco passo indietro per i blucerchiati, che pagano forse un passivo troppo ampio, ma escono meritatamente battuti dal confronto.

Negli ultimi anni, la vittoria netta del Napoli in casa della Samp, è una costante: 0-2 nell’aprile 2021, 2-4 nel 2020, 0-2 nel 2018, 2-4 nel 2017, 2-4 nel 2016 e 2-5 nel 2014. Non ha fatto eccezione, dunque, questa partita, che il Napoli ha fatto sua grazie alla maggior qualità dei suoi interpreti. Il primo tempo, ad esempio, è stato equilibrato, ma la Samp non è riuscita a sfruttare le sue occasioni, anche per merito di un Ospina sempre attentissimo. Il Napoli, al contrario, è stato spietato e – a parte il primo duello Osimhen-Audero vinto dal portiere dopo una manciata di minuti – e ha capitalizzato le sue chance: Osimhen è stato una spina costante nel fianco blucerchiato ed è giusto che proprio suo sia il gol che ha sbloccato la partita, dopo una serie di buchi horror della retroguardia di casa (a partire dalla palla persa malamente da Adrien Silva, per chiudere con la smanacciata di Audero, che si è portato il pallone al di là della riga di porta).

Poco da dire sulla staffilata di Fabián Ruiz, che ha trovato l’angolino con un tiro da fuori e sui gol piovuti nella ripresa, siglati ancora da Osimhen (pescato tutto solo da Lozano) e da Zieliński (ancora assist di Lozano). Nel secondo tempo, la Samp si è arresa all’undici di Spalletti, che nel finale di gara è sembrato anche tirare i remi in barca in vista dei futuri impegni.

Cosa salvare? Di sicuro la prestazione di Candreva, l’ultimo ad arrendersi e uno degli uomini più pericolosi di D’Aversa (anche un gol annullato per lui). E poi l’esordio in Serie A di Riccardo Ciervo: nonostante il risultato, sarà una giornata da ricordare almeno per lui. Per il resto, male un po’ tutti, da Yoshida (in difficoltà contro Osimhen) ad Adrien Silva (va vicino al gol nel primo tempo, quando Ospina gli toglie il pallone dall’incrocio dei pali, ma la frittata sullo 0-1 pesa enormemente sul risultato), da Quagliarella (ancora in cerca del primo gol stagionale e poco servito) a Caputo.

In casa Napoli, giornata memorabile per Osimhen e per gli altri marcatori, ma si prendono un voto alto anche Ospina (chiamato in causa nel primo tempo), Koulibaly (insuperabile), Anguissa (dominatore del centrocampo e forse il migliore dei suoi assieme a Osimhen). E anche se non sono entrati nel tabellino dei marcatori, sono da menzionare Insigne e Lozano: l’attaccante della nazionale azzurra ha fornito gli assist per i due gol del primo tempo, il messicano per i due del secondo.

Per la squadra di D’Aversa, un brutto passo indietro rispetto alla bella prestazione di Empoli, ma contro questo Napoli sarebbe stata dura in ogni caso. Il calendario ora propone la Juventus: di certo non è stato un avvio di stagione facile per la Samp, che prima di questo stop, se l’era sempre cavata bene.

Le azioni più importanti della partita:

3′: la prima occasione è per la Samp: Caputo a tu per tu con Ospina cerca il secondo palo, ma il portiere para.
7′: Osimhen va in campo aperto e si presenta solo contro Audero. Il portiere vince il duello con l’attaccante e salva.
10′: il Napoli passa in vantaggio, grazie ad una serie di errori blucerchiati. Adrien Silva perde un terribile pallone a metà campo e manda verso l’area Osimhen. Il nigeriano apre su Insigne, e questi mette un cross al centro dell’area dove si fionda di nuovo Osimhen, che colpisce mandando fuori tempo Audero, che tocca ma si porta la palla dentro la porta.
19′: Adrien Silva ci prova da fuori: bravissimo Ospina a togliere il pallone dall’incrocio e a mettere in angolo.
20′: sugli sviluppi del corner, Yoshida si rende pericoloso di testa, ma Ospina para.
21′: Anguissa trova Osimhen con un passaggio che scavalca la difesa. L’attaccante segna con un pallonetto, ma il gol viene annullato per fuorigioco. Si resta sullo 0-1.
22′: tiro di Candreva da posizione defilata: Ospina salva.
35′: ci prova ancora la Samp: Caputo tenta la rovesciata, ma la palla sfila. La stessa azione termina con un tiro da fuori di Candreva: alto di poco.
38′: Insigne col tiro a giro: Audero si distende e para in tuffo.
39′: raddoppio del Napoli con Fabián Ruiz: Insigne scarica la palla sullo spagnolo, che trova l’angolo sinistro con un rasoterrada fuori area e va a zittire il pubblico doriano, beccandosi i fischi del Ferraris.
50′: il Napoli chiude la gara segnando con Osimhen, servito da Lozano nel cuore dell’area di rigore. 0-3.
59′: Zieliński di controbalzo capitalizza il pallone servitogli da Lozano e trova il gol dello 0-4
63′: Candreva calcia a giro, ma il pallone finisce alto.
64′: intervento a vuoto di Yoshida, Osimhen si invola verso il portiere ma apre troppo col piatto: palla fuori.
73′: gol annullato a Candreva. Azione partita con un bel recupero di Damsgaard su Politano, con due dribbling a metà campo dello stesso danese e con una progressione dello stesso Candreva. Al termine dell’azione Caputo calcia verso la porta, superando Ospina ma non Koulibaly, che ci mette una pezza, poco prima della riga. Sul pallone vagante si tuffa Candreva che segna, ma il gol non è buono per off-side di Caputo.
74′: Candreva cerca ancora il punto della bandiera, ma Ospina para il suo tiro sul primo palo.

IL TABELLINO

Serie A 2021-22, 5ª giornata
Genova (stadio Luigi Ferraris), giovedì 23 settembre 2021, ore 18.30
SAMPDORIA-NAPOLI 0-4 PT: 0-2
10′ pt Osimhen, 39′ pt Fabián Ruiz; 5′ st Osimhen, 14′ st Zieliński
 
SAMPDORIA (4-4-2) NAPOLI (4-3-3)
1 Emil AUDERO   25 David OSPINA  
24 Bartosz BERESZYŃSKI ◀ 26′ st 22 Giovanni DI LORENZO  
22 Maya YOSHIDA   13 Amir RRAHMANI ◀ 3′ st
15 Omar COLLEY   26 Kalidou KOULIBALY (c)  
3 Tommaso AUGELLO   6 MÁRIO RUI  
87 Antonio CANDREVA   99 André Zambo ANGUISSA  
2 Morten THORSBY ◀◀ 26′ st 8 Fabián RUIZ  
5 ADRIEN SILVA ◀ 10′ st 20 Piotr ZIELIŃSKI ◀ 23′ st
38 Mikkel DAMSGAARD   11 Hirving LOZANO ◀ 37′ st
10 Francesco CAPUTO ◀ 39′ st 9 Victor OSIMHEN ◀◀ 37′ st
27 Fabio QUAGLIARELLA (c) ◀◀ 10′ st 24 Lorenzo INSIGNE ◀◀ 23′ st
 
In panchina: In panchina:
30 Nicola RAVAGLIA   1 Alex MERET  
33 Wladimiro FALCONE   12 Davide MARFELLA  
4 Julian CHABOT   2 Kévin MALCUIT  
6 Albin EKDAL ▶ 10′ st 5 JUAN JESUS  
9 Ernesto TORREGROSSA ▶▶ 10′ st 7 Eljif ELMAS ▶ 23′ st
11 Riccardo CIERVO ▶ 39′ st 21 Matteo POLITANO ▶▶ 23′ st
12 Fabio DEPAOLI ▶ 26′ st 33 Adam OUNAS ▶ 37′ st
16 Kristoffer ASKILDSEN ▶▶ 26′ st 37 Andrea PETAGNA ▶▶ 37′ st
19 Radu DRĂGUȘIN   44 Kōnstantinos MANŌLAS ▶ 3′ st
25 Alex FERRARI   59 Alessandro ZANOLI  
29 Nicola MURRU        
70 Simone TRIMBOLI        
 
ALL. Roberto D’AVERSA ALL. Luciano SPALLETTI
 
ARBITRO: Paolo VALERI di Roma
NOTE: ammoniti Damsgaard, Depaoli e Manōlas; recupero: 1′ pt, 0′ st; gara giocata con il 50% di capienza per l’emergenza Coronavirus
DIVISE: Sampdoria in maglia blu, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi; Napoli in maglia rossa, pantaloncini rossi e calzettoni rossi

LA GIORNATA

I risultati:
martedì 21 settembre, ore 18.30: Bologna-Genoa 2-2; ore 20.45: Atalanta-Sassuolo 2-1, Fiorentina-Inter 1-3; mercoledì 23 settembre, ore 18.30: Salernitana-Verona 2-2, Spezia-Juventus 2-3; ore 20.45: Cagliari-Empoli 0-2, Milan-Venezia 2-0; giovedì 23 settembre, ore 18.30: Sampdoria-Napoli 0-4, Torino-Lazio 1-1; ore 20.45: Roma-Udinese 1-0.

La classifica:
Napoli 15; Inter e Milan 13; Roma 12; Atalanta 10; Fiorentina 9; Lazio e Bologna 8; Torino e Udinese 7; Empoli 6; Juventus e Sampdoria 5; Sassuolo, Verona, Genoa e Spezia 4; Venezia 3; Cagliari 2; Salernitana 1.

LE FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.