Serie A 2021-22, 2ª giornata / SASSUOLO-SAMPDORIA 0-0


Primo punto

La Sampdoria trova a Reggio Emilia il primo punto del suo campionato. La sfida tra i blucerchiati e il Sassuolo termina 0-0 e il risultato renderà più soddisfatto D’Aversa che Dionisi, perché le danze sono state condotte a lungo dagli emiliani, che hanno offerto azioni più insidiose nell’arco dei novanta minuti. Non a caso, il migliore in campo è stato Emil Audero, decisivo in più occasioni, specialemente sull’uno contro uno con Caputo al 13′ o sul tuffo su Boga al 59′.

La Samp era chiamata ad una gara difensiva e così è stato. D’Aversa può essere soddisfatto per la squadra di lotta e non di governo vista al Mapei Stadium. Le iniziative neroverdi state intercettate da un’attenta mediana e da una agguerrita retroguardia. E quando c’è stata qualche sbavatura (vedi l’erroraccio di Colley a inizio ripresa, che con un retropassaggio ha mandato in porta Caputo), c’è stata anche un po’ di buona sorte a dare una mano (nella circostanza, Caputo non ha trovato lo specchio da posizione favorevole: e se nella chance del primo tempo bisognava dare più meriti ad Audero che colpe a Caputo, questa volta è stato un brutto errore della punta).

Senza gli infortunati Gabbiadini e Torregrossa e con Caprari fuori rosa, l’unico nome dell’attacco a disposizione di D’Aversa era quello di capitan Quagliarella. E in panchina, riserve offensive non ce n’erano. Normale impostare la gara sulla protezione della propria porta, dunque, anche perché Quagliarella è stato parecchio isolato e ha dovuto pensare a gestirsi per tutti i 90′, sapendo che non esistevano alternative.

Buono soprattutto il primo tempo degli ospiti: pressing alto, attenzione sulle marcature e qualche folata in contropiede, specie con Candreva. Nella ripresa si è fatta sentire la stanchezza e i ragazzi di casa hanno alzato i ritmi, cercando di sbloccare il punteggio con più insistenza. La qualità offensiva del Sassuolo (che pure non aveva l’infortunato Berardi) era vista probabilmente con invidia dal Doria. Se da una parte c’era il solo Quagliarella, dall’altra c’erano nomi pericolosi in abbondanza: il quartetto Đuričić-Boga-Raspadori-Caputo prometteva scintille (e anche le riserve subentrate potevano provocare dei rischi: Defrel, Scamacca, Traorè). Insomma, lo 0-0 è un risultato da salutare con favore e la sensazione è che sia stato un affare per la Samp. Che col coltello tra i denti si è portata a casa un bel pari, ma è evidente che questi ultimi giorni di mercato dovranno necessariamente arricchire il parco attaccanti della squadra: si parla di un ritorno di Keita Baldé, ma servono comunque un paio di uomini. Inconcepibile, ad ogni modo, presentarsi così corti ai nastri di partenza della stagione.

I momenti chiave della partita:

4′: la prima occasione del match è per l’ex Đuričić: Audero si tuffa e salva la Samp sulla conclusione da fuori.
11′: squillo neroverde con Raspadori: tiro centrale.
13′: Caputo s’invola verso la porta, approfittando di una mancata intercettazione di Colley e arriva a tu per tu con Audero, che è bravo a toccargli il pallone quel tanto che basta per sporcare il tentativo dell’attaccante.
20′: destro a giro di Đuričić, palla sul fondo.
24′: tiro cross di Candreva, Quagliarella non riesce a correggere.
35′: mancino rasoterra di Lopez che finisce alla sinistra del palo di Audero.
45′: conclusione centrale di Thorsby: blocca Consigli.
47′: palla suicida in orizzontale di Boga, Damsgaard prova ad approfittarne ma senza inquadrare la porta.
49′: Colley “imita” Boga e serve involontariamente Caputo, perdendo un pallone folle davanti alla sua area. La punta emiliana entra nei sedici metri e cerca il pallonetto ai danni di Audero: palla alta.
59′: botta violenta da fuori area di Boga: Audero vola e mette in corner. Grande intervento del portiere blucerchiato.
66′: primo cambio del match: D’Aversa richiama Verre e inserisce Askildsen, passando al 4-3-3.
68′: fuori Caputo, dentro Defrel. È la prima sostituzione dei padroni di casa.
78′: Dionisi gioca la carta Scamacca. Esce Raspadori.
81′: Colley salva su Scamacca; nella stessa azione Rogério cerca gloria da fuori area: alto.
85′: altri due cambi per la Samp: Adrien Silva per Ekdal, Depaoli per Damsgaard.
87′: termina le sostituzioni il Sassuolo: Frattesi è sostituito da Magnanelli; Boga da Traorè.
88′: Maxime Lopez ci prova da fuori: palla a lato.

IL TABELLINO

Serie A 2021-22, 2ª giornata
Reggio Emilia (Mapei Stadium-Città del Tricolore), domenica 29 agosto 2021, ore 18.30
SASSUOLO-SAMPDORIA 0-0 PT: 0-0
 
 
SASSUOLO (4-2-3-1) SAMPDORIA (4-2-3-1)
47 Andrea CONSIGLI   1 Emil AUDERO  
22 Jeremy TOLJAN   24 Bartosz BERESZYŃSKI  
21 Vlad CHIRICHEȘ   22 Maya YOSHIDA  
31 Gian Marco FERRARI (c)   15 Omar COLLEY  
6 ROGÉRIO   3 Tommaso AUGELLO  
8 Maxime LOPEZ   2 Morten THORSBY  
16 Davide FRATTESI ◀ 42′ st 6 Albin EKDAL ◀ 40′ st
18 Giacomo RASPADORI ◀ 33′ st 87 Antonio CANDREVA  
10 Filip ĐURIČIĆ   8 Valerio VERRE ◀ 21′ st
7 Jérémie BOGA ◀◀ 42′ st 38 Mikkel DAMSGAARD ◀◀ 40′ st
9 Francesco CAPUTO ◀ 23′ st 27 Fabio QUAGLIARELLA (c)  
 
In panchina: In panchina:
24 Giacomo SATALINO   30 Nicola RAVAGLIA  
56 Gianluca PEGOLO   33 Wladimiro FALCONE  
4 Francesco MAGNANELLI ▶ 42′ st 4 Julian CHABOT  
5 Kaan AYHAN   5 ADRIEN SILVA ▶ 40′ st
13 Federico PELUSO   12 Fabio DEPAOLI ▶▶ 40′ st
17 Mert MÜLDÜR   16 Kristoffer ASKILDSEN ▶ 21′ st
23 Hamed Junior TRAORÈ ▶▶ 42′ st 25 Alex FERRARI  
30 Brian ODDEI   29 Nicola MURRU  
77 Geōrgios KYRIAKOPOULOS   70 Simone TRIMBOLI  
91 Gianluca SCAMACCA ▶ 33′ st      
92 Grégoire DEFREL ▶ 23′ st      
97 MATHEUS HENRIQUE        
 
ALL. Alessio DIONISI ALL. Roberto D’AVERSA
 
ARBITRO: Juan Luca SACCHI di Macerata
NOTE: ammoniti Bereszyński, Caputo, Chiricheș e Thorsby; recupero: 0′ pt, 4′ st; gara giocata con il 50% di capienza per l’emergenza Coronavirus
DIVISE: Sassuolo in maglia a strisce neroverdi, pantaloncini neri e calzettoni neri; Sampdoria in maglia bianca, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi

LA GIORNATA

I risultati:
venerdì 27 agosto, ore 18.30: Udinese-Venezia 3-0; ore 20.45: Verona-Inter 1-3; sabato 28 agosto, ore 18.30: Atalanta-Bologna 0-0, Lazio-Spezia 6-1; ore 20.45: Fiorentina-Torino 2-1, Juventus-Empoli 0-1; domenica 29 agosto, ore 18.30: Genoa-Napoli 1-2, Sassuolo-Sampdoria 0-0; ore 20.45: Milan-Cagliari 4-1, Salernitana-Roma 0-4.

La classifica:
Lazio, Inter, Roma, Milan e Napoli 6; Udinese, Bologna, Sassuolo e Atalanta 4; Fiorentina ed Empoli 3; Juventus, Sampdoria, Cagliari e Spezia 1; Torino, Verona, Salernitana, Genoa e Venezia 0.

LE FOTO

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.