Serie B 2023-24, 19ª giornata / SAMPDORIA-BARI 1-1

La Samp saluta l’anno con un pari

di GIOVANNI DEL BIANCO

La Sampdoria chiude il girone d’andata con un pareggio interno contro il Bari, ripreso per i capelli a tempo scaduto grazie a un gol dell’ex Esposito, che ha risposto al vantaggio pugliese segnato da Sibilli. Per quanto visto in campo, il pareggio sta forse stretto ai blucerchiati, che si sono fatti preferire rispetto ai Galletti come occasioni e come produzione di gioco. L’1-1 segnato oltre il tempo scaduto, allo stesso tempo, fa uscire dallo stadio con rammarico anche i numerosi tifosi baresi, che prima del match hanno sfilato assieme ai sampdoriani, in nome del loro consolidato gemellaggio.

Reti. Il vantaggio dei ragazzi di Pasquale Marino è arrivato all’80’ su un contropiede gentilmente regalato dalla Samp: palla persa da Facundo González nei pressi dell’area barese (ma perché tentare un inutile dribbling da ultimo uomo?), ripartenza rapida orchestrata da Ménez e rete di Sibilli, che ha approfittato di una retroguardia mal sistemata. Al 92′ è arrivato il pari di Sebastiano Esposito, sempre più leader della squadra, specie ora che mancano Pedrola e Borini. Il numero 7 ha ricevuto palla da Depaoli e tutto solo ha depositato in porta la sfera di cuoio, prendendosi l’abbraccio della Sud, ma evitando di esultare per rispetto dei suoi vecchi colori.

Protagonisti. Prestazione negativa per González, su cui pesa l’errore in occasione del gol, e per Verre, ancora poco incisivo (chiude il girone d’andata senza nemmeno un gol). Positive le prestazioni di Esposito (traversa nel recupero del primo tempo, rete in extremis e altre due occasioni nella prima parte della ripresa) e del rientrante Benedetti (titolare al posto di Kasami, fuori per tre turni a causa dell’espulsione rimediata contro la Feralpisalò). Nel Bari, oltre al marcatore Sibilli, bella prova per capitan Di Cesare, perno della difesa e per Vicari, che bene ha agito al suo fianco. Edjouma ha sempre dato l’idea di creare qualcosa, ma alla fine è stato più fumo che arrosto. Ménez ha cambiato il volto alla squadra col suo ingresso in campo, ma pesa sul suo giudizio l’assurdo cartellino rosso rimediato nel recupero, con due cartellini gialli presi nel giro di pochi attimi, il secondo dei quali per un applauso ironico all’arbitro.

Bilancio. In generale un pari col Bari non è da buttare, ma dopo il capitombolo contro la Feralpisalò, questa era una partita era da vincere: aver ottenuto un solo punto su sei disponibili in questo doppio turno casalingo è inaccettabile, anche perché vanifica il filotto di risultati positivi. La formazione di Pirlo svolta alla boa all’ultimo posto della colonna di sinistra: 7 vittorie, 4 pareggi, 8 sconfitte, 24 gol fatti, 25 subiti. Un bilancio non esaltante, sebbene l’impressione è che la squadra possa crescere e che il peggio sia alle spalle. Di certo bisogna recuperare i titolari (contro il Bari mancavano Pedrola, Borini, Ferrari e Vieira per infortunio, Kasami per squalifica) e trovare qualche occasione nel mercato invernale. La B chiude i battenti fino al 12 gennaio. Alla ripresa, con l’inizio del girone di ritorno, vedremo quale tipo di campionato vedrà protagonista la Samp.

Le azioni più importanti della sfida del Ferraris:

2′: doppio tentativo del barese Sibilli: il primo tiro è intercettato da Depaoli, il secondo finisce alto.
4′: bell’inserimento di Benedetti, che su un cross da sinistra, ci prova con un colpo di testa. Palla alta.
13′: gioco fermo per un duro colpo subito da Esposito.
16′: colpo di testa fuori misura di Nasti. Stanković era comunque in traiettoria.
20′: conclusione di Verre da lontano: palla fuori. Ancora rimandato l’appuntamento con il gol per il numero 10 sampdoriano, fermo a zero segnature stagionali.
24′: pericolosissima conclusione al volo da parte di Edjouma. Il tiro del francese termina alto di un nonnulla. Forse Stanković l’ha persino sfiorata con la punta delle dita, ma Marinelli ha concesso la rimessa dal fondo.
34′: conclusione di Benedetti, bloccata senza problemi da Brenno.
35′-40′: partita molto spezzettata, ora. Ritmo basso.
45′: Sibilli entra in area e calcia in porta, ma il suo tiro termina addosso ad Edjouma, che involontariamente aiuta la Samp.
47′ pt: proprio all’ultimissima azione del primo tempo la Sampdoria centra l’ottavo legno del suo campionato. È Esposito a colpire la traversa su calcio di punizione.
54′: cartellino giallo pesante per Facundo González. L’uruguaiano salterà la prima partita del 2024, a Venezia.
56′: Esposito, servito da Yepes, non inquadra la porta dal limite dell’area. Grossa occasione della Samp.
57′: tiro di De Luca da buona posizione. Conclusione debole, Brenno blocca.
59′: Nasti parte sul filo del fuorigioco e arriva al tiro, ma da posizione troppo defilata. No problem per Stanković.
60′: conclusione di Verre a colpo sicuro. Vicari chiude e mette in angolo.
60′: Esposito dal limite dell’area ci riprova con un tiro a giro, che va sul fondo. Fase molto divertente della partita.
65′: sponda aerea di De Luca per Depaoli, che si sconta con Brenno in uscita. Restano a terra sia il terzino blucerchiato sia il portiere brasiliano. Quest’ultimo viene fasciato e si rialza.
78′: Esposito serve d’esterno Depaoli, che calcia basso sul primo palo. Brenno para.
80′: vantaggio del Bari su rapida azione di contropiede. La Samp si fa trovare colpevolmente scoperta (palla persa da Facundo González nei pressi dell’area del Bari): il neoentrato Ménez serve Sibilli, che entra in area, trafigge Stanković e gela il Ferraris.
92′: pareggio della Samp al termine di un’azione prolungata. Depaoli, dopo aver ricevuto palla su una spizzata di La Gumina, trova Esposito tutto solo davanti alla porta. Il numero 7 deve solo appoggiare in rete in tutta comodità. Per rispetto del Bari, sua vecchia squadra, Esposito non esulta, ma si prende comunque l’abbraccio di tutti i compagni.
95′: Ménez lascia il Bari in dieci. Dopo un litigio con Esposito prende un cartellino giallo per proteste prolungate e – non contento – applaude l’arbitro ironicamente, beccandosi un altro giallo e il conseguente cartellino rosso.

IL TABELLINO

Serie B 2023-24, 19ª giornata
Genova (stadio Luigi Ferraris), martedì 26 dicembre, ore 20.30
SAMPDORIA-BARI 1-1 PT: 0-0
35′ st Sibilli, 47′ st Esposito
SAMPDORIA (4-3-2-1) BARI (4-3-3)
1 Filip STANKOVIĆ 22 BRENNO
23 Fabio DEPAOLI   5 Emmanuele MATINO  
87 Daniele GHILARDI   6 Valerio DI CESARE (c)  
33 Facundo GONZÁLEZ   23 Francesco VICARI  
29 Nicola MURRU (c)   99 Gianluca FRABOTTA  
80 Leonardo BENEDETTI ◀ 39′ st 24 Malcom EDJOUMA ◀ 30′ st
28 Gerard YEPES   8 Ahmad BENALI  
21 Simone GIORDANO ◀ 44′ st 4 Mattia MAITA  
7 Sebastiano ESPOSITO   11 Ismail ACHIK ◀◀ 30′ st
10 Valerio VERRE ◀ 25′ st 9 Marco NASTI ◀ 19′ st
9 Manuel DE LUCA ◀◀ 25′ st 20 Giuseppe SIBILLI ◀ 42′ st
In panchina: In panchina:
22 Nicola RAVAGLIA   38 Marco PISSARDO  
5 Kristoffer ASKILDSEN ▶ 44′ st 7 Jérémy MÉNEZ ▶ 19′ st
6 Simone PANADA   10 Nicola BELLOMO ▶ 42′ st
8 Matteo RICCI   16 Andrea ASTROLOGO  
13 Andrea CONTI   19 Filippo FAGGI  
17 Lorenzo MALAGRIDA   21 Žan ŽUŽEK  
20 Antonino LA GUMINA ▶▶ 25′ st 44 Gennaro ACAMPORA ▶ 30′ st
32 Stefano GIRELLI   49 Mattia ARAMU  
35 Hugo BUYLA   74 Matteo AHMETAJ  
40 Petar STOJANOVIĆ ▶ 25′ st 77 Gregorio MORACHIOLI  
43 Samuel NTANDA ▶ 39′ st 93 Mehdi DORVAL ▶▶ 30′ st
77 Marco DELLE MONACHE        
ALL. Andrea PIRLO ALL. Pasquale MARINO
ARBITRO: Livio MARINELLI di Tivoli
NOTE: al 50′ st espulso Ménez per doppia ammonizione; ammoniti Maita, Di Cesare, González, Edjouma e Ménez; recupero: 2′ pt, 7′ st
DIVISE: Sampdoria in maglia blu, pantaloncini bianchi e calzettoni blu; Bari in maglia nera e oro, pantaloncini neri e calzettoni neri

LA GIORNATA

I risultati:
martedì 26 dicembre, ore 12.30: Reggiana-Catanzaro 1-0; ore 15: Ascoli-Cittadella 0-0, Brescia-Parma 0-2, Cosenza-Como 1-2, Feralpisalò-Venezia 2-2 (giocata a Piacenza), Lecco-Südtirol 2-1, Spezia-Modena 1-1, Ternana-Pisa 1-1; ore 18: Palermo-Cremonese 3-2; ore 20.30: Sampdoria-Bari 1-1.

La classifica:

Parma 41; Venezia e Como 35; Cittadella 33; Cremonese e Palermo 32; Catanzaro 30; Modena 28; Brescia 25; Sampdoria*, Bari e Reggiana 23; Pisa 22; Cosenza 21; Südtirol e Lecco 20; Ternana 18; Ascoli e Spezia 17; Feralpisalò 14.
*La Sampdoria ha 2 punti di penalizzazione per inadempienze Irpef.

LE FOTO