Serie B 2023-24, 23ª giornata / SAMPDORIA-MODENA 2-2

Il Doria si butta via

di GIOVANNI DEL BIANCO

Altra occasione casalinga persa per la Sampdoria, che in casa contro il Modena va avanti di due reti per poi farsi rimontare nella ripresa da due calci di rigore, trasformati dall’indiavolato ex Antonio Palumbo, una vera furia in mezzo al campo. Una vittoria contro gli emiliani avrebbe dato continuità dopo il successo di Cittadella e avrebbe permesso ai blucerchiati di accorciare sensibilmente sull’ottavo posto, l’ultimo utile per accedere ai play-off, occupato al momento proprio dai Canarini. E invece, dopo una prima frazione ottimamente giocata (e meritatamente chiusa sul 2-0 grazie alle reti degli uruguaiani Facundo González e Agustín Álvarez), la squadra si è spenta nel secondo tempo, consegnandosi all’avversario, rinunciando ad attaccare e facendosi giustamente riacciuffare. Primo tempo alla Samp, secondo al Modena: il pareggio, alla fine, è giusto. La Samp, dalla sua, ha avuto anche una traversa clamorosa colpita da Kasami nel primo tempo, sul punteggio di 2-0. Il Modena, invece si è visto annullare un gol per un fallo in attacco a cavallo tra i suoi due rigori. La partita di Marassi ha ancora una volta mostrato le difficoltà della squadra di Pirlo nello stare in partita per tutti i 90′. E le ingenuità, che già sono costati punti pesanti in varie partite, sono state ancora una volta decisive. Questa volta si sono palesate con il rigore causato da Stojanović: perché intervenire così in area?

Cos’altro ha rivelato lo spettacolare 2-2 di Samp-Modena? Intanto che è un bene che sia tornato Sebastiano Esposito, che nonostante un forte nervosismo (ci sono state un paio di discussioni con l’arbitro Ferrieri Caputi) ha subito ripreso la squadra per mano. E poi la partita ha detto che gli infortuni continuano a tartassare la squadra. Piccini – appena ingaggiato proprio nel tentativo di sopperire alle numerose assenze – ha giocato bene (anche se è stato un suo sfortunato tocco di braccio a causare il primo rigore), ma poi ha dovuto alzare bandiera bianca per un capogiro (nel primo tempo aveva ricevuto una manata all’arcata sopraccigliare); e pure Depaoli è uscito per infortunio, tra l’altro lasciando il campo al rivedibile Stojanović. Insomma, l’emergenza è ormai una costante. Pirlo ha dovuto gettare nella mischia il giovane Leoni (17 anni, un mese e 13 giorni). Anche lui è appena sbarcato a Genova: il difensore  – terzo esordiente più giovane della storia del club, dietro a Giorgio De Giorgis (16 anni, 11 mesi, 2 giorni) e Giuseppe Sabadini (17 anni e un giorno) – si è mosso comunque con sicurezza. Positiva anche la prova del romanista Darboe: pure il gambiano è arrivato in Liguria nelle ultime ore del mercato. Il suo prestito potrà essere utile.

Belle prove anche per i due marcatori: Facundo González – secondo gol in stagione – ha avuto il merito di sbloccare la partita capitalizzando il calcio d’angolo calciato da Askildsen; Álvarez ha trovato il primo gol in maglia blucerchiata tirando all’angolino con un destro da fuori area. Come detto, l’occasione di Kasami avrebbe potuto chiudere la partita (traversa al 42′), e invece no. Lo svizzero, comunque, è parso in ripresa: se prima di Natale era uno dei migliori, a Cittadella, quando era tornato, aveva addosso un po’ di ruggine. Bravo ancora una volta Gerard Yepes, che purtroppo salterà per squalifica la trasferta di Pisa: in mezzo è ormai un punto fermo. Ancora una volta opaco De Luca, volenteroso ma insufficiente. E pure Pirlo ha le sue colpe: la sua squadra non regge mai tutto il peso della gara e fisicamente sembra sempre subire. Se i suoi uomini staccano la spina così facilmente, dovrebbe dare anch’egli delle risposte. E poi, non si capisce perché mandi in campo Ntanda sempre a ridosso del recupero, quando davvero non c’è neppure il tempo materiale per lasciare una traccia.

Le azioni-chiave:

8′: destro di Battistella, palla a lato.
10′: grande azione del Modena, che dalla rimessa dal fondo arriva fino al tiro. Gliozzi, servito da Palumbo, non inquadra la porta di poco.
11′: ancora un potenziale pericolo per la Samp. Il neoacquisto Piccini chiude bene su Gliozzi, non permettendogli di ricevere il passaggio di Abiuso.
17′: pericoloso colpo di testa di Álvarez, Seculin ci arriva e devia in angolo.
20′: bella sterzata di Esposito in area, che dribbla un difensore e calcia da posizione un po’ defilata: Seculin c’è.
20′: sul contropiede ci prova Abiuso. Palla fuori.
22′: rete della Samp. Calcio d’angolo da sinistra di Askildsen, colpo di testa vincente di Facundo González, al secondo gol stagionale dopo quello segnato, sempre di testa, a Bolzano. L’uruguaiano vince il duello aereo con Riccio e batte Seculin, rimasto piantato sulla riga di porta.
25′-28′: gioco fermo: Piccini ha ricevuto una manata al sopracciglio sinistro da Gliozzi. L’ex difensore del Magdeburgo viene medicato e riparte con una fasciatura alla testa.
33′: tocco di Esposito per Álvarez. L’uruguaiano si sistema il pallone e calcia di destro da fuori area, trovando l’angolino e realizzando il suo primo gol con la casacca blucerchiata.
42′: traversa della Samp con un tiro da lontanissimo di Kasami. La sua conclusione tocca sul legno alto dopo la leggera deviazione di Seculin e ritorna in campo.
43′: conclusione di Palumbo, Stanković si distende e mette in corner. Sull’angolo, la palla attraversa l’area pericolosamente. L’ultimo tocco è di Battistella: esterno della rete.
50′ pt: dopo cinque minuti di recupero – uno in più rispetto a quelli concordati – l’arbitro Ferrieri Caputi manda le squadre negli spogliatoi. Bella partita finora: entrambe le compagini hanno giocato in maniera offensiva e hanno creato occasioni. La Samp, al momento, è riuscita a sfruttare le sue chance, il Modena no.
55′: sul destro di Abiuso il braccio di Piccini è largo. Il Modena protesta, ma l’arbitro per ora fa giocare.
57′: Ferrieri Caputi va al Var a ricontrollare l’azione. Intanto Depaoli ha un problema alla gamba e chiede il cambio.
58′: sarà rigore per il Modena. Intanto Stojanović subentra a Depaoli.
60′: Stanković si tuffa sulla destra, Palumbo calcia centrale. Il Modena accorcia le distanze: 2-1.
64′: Abiuso cerca la porta di testa: palla sul fondo.
65′: Yepes viene ammonito. Salterà per squalifica la trasferta di Pisa.
67′: Il Modena segna il 2-2, ma la rete è annullata. Cross di Corrado, rovesciata di Cauz in area di rigore: traversa- Sulla ribattuta arriva Battistella, che di testa sigla il 2-2, ma colpendo irregolarmente Facundo González.
69′: Piccini si accascia e chiede il cambio per un giramento di testa. Continuano i problemi per l’undici di Pirlo.
72′: due cambi per parte. La Samp toglie Piccini e inserisce il giovane Leoni, anche lui arrivato in settimana. Esordio anche per Darboe al posto di un Esposito stanco e molto nervoso. Il gambiano si schiera nei tre in mediana; Askildsen, che nel frattempo è diventato capitano sale vicino ad Álvarez, alle spalle di De Luca. Askildsen tra l’altro ha preso la fascia da capitano, dopo che per qualche minuto (a seguito dell’uscita di Depaoli) l’aveva presa Kasami. Da distinta il vicecapitano è il norvegese: ecco perché c’è stata la “correzione”.
79′: altro rigore per il Modena. Cotali, in campo da pochi minuti, viene sgambettato da un ingenuo Stojanović. È in corso un altro check al Var.
82′: ancora Palumbo dal dischetto e ancora rete. Il numero 5 emiliano calcia di sinistro nell’angolino, Stanković intuisce ma non ci arriva. 2-2.
88′: Kasami ci prova con un destro di controbalzo: palla fuori.
90′: ci saranno sei minuti di recupero.
97′: dopo sei minuti e mezzo, l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi. Il Modena riprende con grande grinta un punto. Sono due rigori segnati da Palumbo a ripristinare la parità. La Samp, dopo un ottimo primo tempo, si butta via e subisce la rimonta emiliana nella ripresa.

IL TABELLINO

Serie B 2023-24, 23ª giornata
Genova (stadio Luigi Ferraris), sabato 3 febbraio 2024, ore 16.15
SAMPDORIA-MODENA 2-2 PT: 2-0
22′ pt González, 34′ pt Álvarez; 15′ st rig. Palumbo, 36′ st rig. Palumbo
SAMPDORIA (4-3-2-1) MODENA (3-5-2)
1 Filip STANKOVIĆ 12 Andrea SECULIN
23 Fabio DEPAOLI (c) ◀ 14′ st 27 Alessandro Pio RICCIO  
2 Cristiano PICCINI ◀ 27′ st 19 Giovanni ZARO  
33 Facundo GONZÁLEZ   33 Cristian CAUZ  
21 Simone GIORDANO   3 Fabio PONSI ◀ 27′ st
14 Pajtim KASAMI   23 Thomas BATTISTELLA ◀ 41′ st
28 Gerard YEPES   16 Fabio GERLI (c)  
5 Kristoffer ASKILDSEN   5 Antonio PALUMBO  
7 Sebastiano ESPOSITO ◀◀ 27′ st 91 Niccolò CORRADO ◀◀ 27′ st
19 Agustín ÁLVAREZ ◀ 43′ st 9 Ettore GLIOZZI ◀◀ 41′ st
9 Manuel DE LUCA   90 Fabio ABIUSO  
In panchina: In panchina:
12 Elia TANTALOCCHI   22 Filippo VANDELLI  
22 Nicola RAVAGLIA   26 Riccardo GAGNO  
3 Antonio BARRECA   4 Antonio PERGREFFI  
8 Matteo RICCI   6 Luca MAGNINO ▶▶ 41′ st
32 Stefano GIRELLI   8 Simone SANTORO ▶▶ 27′ st
39 Francesco CONTI   10 Luca TREMOLADA  
40 Petar STOJANOVIĆ ▶ 14′ st 24 Roko VUKUŠIĆ  
43 Samuel NTANDA ▶ 43′ st 29 Matteo COTALI ▶ 27′ st
45 Gabriele ALESI   30 Kleis BOZHANAJ  
46 Giovanni LEONI ▶ 27′ st 42 Lukas MONDELE  
47 Simone POZZATO   73 Lorenzo DI STEFANO ▶ 41′ st
55 Ebrima DARBOE ▶▶ 27′ st      
ALL. Andrea PIRLO ALL. Paolo BIANCO
ARBITRO: Maria Sole FERRIERI CAPUTI di Livorno
NOTE: ammoniti Battistella, Palumbo, Depaoli, Esposito, Yepes, Abiuso e Santoro; recupero: 5′ pt, 6′ st
DIVISE: Sampdoria in maglia blu, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi; Modena in maglia gialla, pantaloncini blu e calzettoni gialli

LA GIORNATA

I risultati:
venerdì 2 febbraio, ore 20.30: Palermo-Bari 3-0; sabato 3 febbraio, ore 14: Brescia-Cittadella 2-0, Cosenza-Pisa 1-1, Parma-Venezia 2-1, Reggiana-Feralpisalò 1-1, Spezia-Catanzaro 1-1; ore 16.15: Lecco-Cremonese 0-1, Sampdoria-Modena 2-2, Ternana-Como 0-1; domenica 4 febbraio, ore 16.15: Ascoli-Südtirol 1-2.

La classifica:
Parma 48; Cremonese 44; Como 42; Venezia 41; Palermo 39; Cittadella 36; Catanzaro 35; Brescia e Modena 32; Reggiana 29; Cosenza 28; Südtirol, Pisa, Sampdoria* e Bari 27; Ascoli 22; Ternana, Spezia e Feralpisalò 21; Lecco 20.
*La Sampdoria ha 2 punti di penalizzazione per inadempienze Irpef.

LE FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *